fbpx

Azienda in crisi: 2 tipologie di crisi

Revisori Legali Srl

Azienda in crisi: 2 tipologie di crisi

Settembre 24, 2019 Legge 155 0

Come fa un’azienda ad entrare in crisi?

Una azienda entra in crisi nel momento in cui non riesce più ad accrescere il valore del capitale economico oppure vive una situazione di staticità. Un andamento negativo può causare potenziali squilibri. La crisi è un momento successivo al declino e può sfociare in un’insolvenza.

 Dlgs. 14/2009- art.2 comma 1, lettera b):

“insolvenza” lo stato del debitore che si manifesta con inadempimenti od altri fatti esteriori, i quali dimostrino che il debitore non è più in grado di soddisfare regolarmente le proprie obbligazioni.

 

2 tipologie di crisi di azienda

La crisi di una azienda può essere dovuta a diverse cause:

-Economica

-Finanziaria o patrimoniale

Azienda in Crisi Economica: dovuta all’erosione della redditività aziendale, in generale sorge dalla progressiva erosione dei margini reddituali.

Azienda in Crisi Finanziaria e Patrimoniale: dovuta a diversi fattori tra i quali squilibrio della struttura delle fonti di finanziamento rispetto agli impieghi, sproporzione tra capitale proprio e mezzi terzi, eccessivo indebitamento rispetto alla capacità della società di generare flussi di cassa positivi, transazioni commerciali con parti correlate “anti-economiche”.

 

La diagnosi di un’azienda in crisi

La crisi di un’azienda va diagnostica, solo in questo modo è possibile identificare la causa da cui può originarsi lo stato di declino e crisi:

– declino e crisi da inefficienza

– declino e crisi da sovra capacità/ rigidità

– declino e crisi da decadimento dei prodotti e da carenze ed errori di marketing

– crisi da incapacità a programmare, da errori di strategia e da carenza di innovazione

– crisi da squilibrio finanziario

La diagnosi è una fase delicata e per farla occorre affidarsi ad esperti di revisioni legali. Se la tua azienda è in crisi puoi affidarti a noi e alla nostra esperienza navigata. Valutiamo lo stato di vitalità della tua azienda attraverso indici qualitativi e quantitativi.

Ricevi una nostra consulenza

La legge 155/2017 e il Dlg.s 14/2009

Con l’approvazione della legge delega 155/2017 l’imprenditore ha a disposizione uno strumento importante per prevenire ed affrontare la crisi economica dell’impresa.

testo della legge 155/2017

Qual è l’obiettivo della legge? Perché si parla di “liquidazione giudiziale” e non più di “fallimento”?

L’obiettivo è mirare al superamento della crisi d’impresa e al recupero del soggetto insolvente nel tessuto sociale. L’imprenditore (così come gli organi di governo e di vigilanza dell’ente societario) avrà una serie di nuovi doveri e nuove responsabilità.

Con l’attivazione della procedura di allerta si anticipa la rilevazione della crisi e, una volta che questa sia conclamata, può iniziare uno dei percorsi di composizione assistita della crisi o di risanamento previsti dalla delega. Questo permetterà all’imprenditore di ricevere una congrua riduzione degli interessi e delle sanzioni correlate ai debiti fiscali dell’impresa.

Accanto alla legge 155/2017 è stato approvato il Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza il D.LGS. 14/2019 che è il pilastro portante della riforma in quanto pone come obiettivo il tentativo di emersione anticipata della crisi, prima che diventi irreversibile.

Consulta lo Schema Legge Allerta

Al fine di intercettare tempestivamente gli indizi della crisi e adottare le misure più idonee alla sua composizione il legislatore ha individuato come indicatori della crisi gli squilibri di natura economica, patrimoniale o finanziaria tali da rendere l’impresa incapace a garantire la sostenibilità dei debiti per almeno sei mesi successivi e la prospettiva di continuità aziendale per l’esercizio in corso.

Gli indicatori della crisi di un’azienda sono:

  • Importanti cali nelle vendite o di margine
  • Alto livello di indebitamento bancario o di entrate
  • Gravi problemi strutturali, gestionali o organizzativi
  • Tensioni di liquidità e di cassa
  • Riduzione o revoca degli affidamenti da parte degli istituti di credito
  • Passaggio generazionale complicato

Una volta conclusa la diagnosi occorre un piano di risanamento aziendale e per questo bisogna sempre affidarsi ad esperti di settore.

Agire nei tempi giusti ti consentirà di giungere, senza affanni, alla soluzione!

 

Contattaci

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *